Stadio Friuli-Dacia Arena: 2,5 milioni in 5 anni

Alla fine non ci sarà la cessione dei “naming rights” alla Dacia ma una semplice sponsorizzazione

Il Nuovo Stadio Friuli, impianto che ospita le partite dell’Udinese, è stato ultimato ad inizio 2016. Il costo complessivo dell’opera si aggira sui 30 milioni di euro (all’incirca il prezzo di un grande giocatore), di cui 4,5 milioni sono stati spesi per l’acquisizione del diritto di superficie sull’area per i prossimi 99 anni, mentre la restante somma è stata destinata ai lavori di ristrutturazione ed ammodernamento. Grazie agli ultimi accordi commerciali, la struttura verrà sponsorizzata dalla Dacia, azienda rumena produttrice di veicoli, facente parte del gruppo Renault, già dal 2009 partner della società del presidente Pozzo. Per la prima volta in Italia, quindi, uno stadio calcistico (25.000 i posti a sedere dopo il restyling) sarà sponsorizzato da un brand automotive.
Accanto alla denominazione storica Stadio Friuli, infatti, campeggerà la scritta Dacia Arena. La casa automobilistica dovrebbe versare nelle casse del club friulano 500 mila euro all’anno, per 5 anni. Due milioni e mezzo che rafforzeranno l’ormai collaudata partnership tra Udinese e Dacia, main sponsor che fino allo scorso esercizio garantiva ai bianconeri 1 milione a stagione.
L’appellativo Dacia Arena affiancherà Stadio Friuli nella nominazione ufficiale, senza però prenderne il posto. Si tratterà di una semplice sponsorizzazione e non ci sarà cessione di diritti di denominazione (i cosiddetti naming rights) dell’impianto, per due semplici motivi: mentre i tifosi e le istituzioni si sono opposti al cambiamento del nome Stadio Friuli, appellativo storico dell’impianto, qualora fossero stati ceduti i diritti di denominazione una buona parte di soldi sarebbe dovuta andare al comune di Udine (750 mila euro circa in un quinquennio circa). Così facendo invece, la società bianconera potrà trattenere interamente la somma pattuita con il marchio automobilistico.

La lungimiranza dell’Udinese, da sempre uno dei modelli da seguire nel calcio italiano, porterà sicuramente ad incrementare già da questo esercizio i ricavi commerciali, oltre che la voce ricavi “da stadio” (gli abbonamenti sono praticamente raddoppiati questa stagione), che come si evince dalle seguenti tabelle, pesavano poco sul fatturato del club.

Riclassificazione Fatturato 2013-2014:

Ricavi TV Ricavi da stadio Ricavi commerciali Altri ricavi
36.639.000 € 3.507.000 € 5.019.000 € 9.930.000 €

Senza titolo.png

Riccardo Richter
@riccrichter

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio - Serie A e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...